Danubio

danubio

Ovvero il pan brioche definitivo, la soluzione per pranzi a sacco, pic nic e buffet… Un impasto che non lascerete più!

La ricetta è quella (tra le tante in giro per il web) di Imma di dolci a gògò, io l’ho sperimentato sia con ripieno dolce che salato, la stessissima ricetta. Secondo me non necessita di variazioni per entrambi gli impieghi. Per la versione dolce vi consiglio il ripieno da me “battezzato” Gusto Sacher, ovvero nutella e confettura di albicocche!!!

Per il salato invece sbizzarritevi con la fantasia l’importante è che ci sia un qualche formaggio a filare!!!

Vi riporto gli ingredienti ed il procedimento (ripeto, sono quelli di Imma!) e le foto dei miei Danubi! Io di solito lo lavoro nella MDP

Danubio
400 gr farina manitoba
180 gr di latte
35 gr di olio
22 gr di zucchero
1 cucchiaino sale
1 cubetto di lievito di birra (oppure una bustina di lievito secco)
1 uovo intero + 1 tuorlo per spennellare

Fare l’impasto con la farina, olio zucchero, l’uovo intero, il latte tiepido in cui avete sciolto precedentemente il lievito e lo zucchero, alla fine unite il sale. Formate una palla e lasciatela lievitare un ora e mezza circa. Quando è lievitata, tirare l’impasto in un filoncino e dividetelo in 16 pezzi, schiacciare col palmo della mano ciascun pezzo, farcitelo con il ripieno prescelto e poi chiudetelo con un pizzicotto (mettete la parte pizzicata a contatto con la base dello stampo). Una volta create le 16 palline disponetele vicine ma non attaccate in una teglia a piacere (io ho usato una tonda da 26 cm di diametro), lasciatele lievitare di nuovo per 1/2 ora. Passata la mezz’ora le palline, crescendo, si saranno attaccate fra di loro. Spennellate con il tuorlo ed infornate a 180° per circa 30 minuti.

Le foto come sempre invece sono mie:

Ecco le foto del “pizzico” con cui chiudere le palline e le palline nella teglia dopo la secona lievitazione (a differenza di quanto indicato da Imma, io faccio lievitare l’impasto per 1h, e poi le palline per un altra ora intera)

pizzico pallina danubio  P1012814

Questo invece il mio Danubio dopo la cottura. Potete notare la sofficità dell’impasto come risulta dopo aver staccato una pallina. (cliccate sulle foto per ingrandire)

danubio   danubio

Provatelo: risultato garantito! Sorriso

Apporto calorico di ogni pallina (ricavando 16 palline, escluso il ripieno): circa 120 cal, grassi 26g.


Potrebbero interessarti anche:

danubio con strutto  torta delle rose-  panettone gastronomico

Torta delle rose

P1013022.jpg

Quando si dice “non me l’aspettavo!” Mentre lavoravo alle diverse fasi di preparazione di questa torta pensavo che forse sarebbe venuto fuori un pasticcio… l’impasto era troppo appiccicoso, la composta sapeva troppo di vino, difficoltà infinite per arrotolarla… Insomma… Ero … Continue reading

Focaccia al rosmarino

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Anche per questa ricetta le dosi di partenza sono quelle della mia pizza al cui procedimento per la realizzazione dell’impasto vi rinvio. Come per i panzerotti però in questa ricetta non ho utilizzato anche la semola, ma solo manitoba e farina 00 … Continue reading

Panzerotti al forno

panzerotti forno t&c (3)

La ricetta di partenza per questo tipo di impasti per me è sempre quello della mia pizza in particolare questa volta però non ho utilizzato la semola, ma solo manitoba e farina 00 per pizze (rispettivamente circa 350g e 150g).

Per il ripieno:

  • 1 grossa mozzarella, meglio se del giorno precedente, “senza goccia”!
  • passato di pomodoro
  • olio
  • origano
  • capperi
  • tonno sott’olio
  • mezza cipolla
  • tutto quello che la fantasia vi suggerisce!
  • parmigiano (facoltativo)
  • sale

Procedimento:

  1. Impastare la massa (io uso la MDP) e lasciare lievitare per un’oretta. Passata un’ora formare delle palline non troppo grandi, quanto il pugno di un bambino piccolo per intenderci, sistematele su un piano infarinato opportunamente distanziate e lasciate lievitare per un’altra ora.
  2. Tagliare la mozzarella in cubetti molto piccoli, condire il pomodoro con l’olio e gli aromi, siistemare in un piatto il tonno sgocciolato, la cipolla e gli altri ingredienti che avete scelto per riempire i vostri panzerotti! Riscaldare il forno a 200/250° ventilato (se possibile)
  3. Stendere con un piccolo mattarello ogni singola pallina in una sfoglia abbastanza sottile ma non trasparente (per evitare che in cottura si buchi, soprattutto se decidete di friggerli). posizionate al centro un po’ di mozzarella, altro condimento e un cucchiaio scarso di passato di pomodoro, non eccedete altrimenti chiudendo fuoriesce tutto!
  4. Chiudete a mezzaluna e sigillate con le dita o ancora meglio aiutandovi con una forchetta
  5. A piacere sporcate con un po’ di pomodoro la superficie dei panzerotti e cospargete un pizzico di parmigiano : in questo modo si formerà la caratteristica  e gustosa gobbetta (vedi foto in basso).
  6. Cuocere fino a doratura, per 15/20 minuti, a seconda del forno. (io li ho sistemati sulla leccarda del forno, rovente, senza carta da forno o averla unta precedentemente.
  7. Lasciar riposare qualche minuto prima di servire per evitare ustioni di terzo grado!!! Occhiolino

panzerotti forno (3)


Potrebbero interessarti anche:

danubio  panettone gastronomico  focaccia alla mortadella di cle

La Pizza di Cle

Questo è il procedimento che seguo per preparare la pizza a casa. Le dosi sono per 500g di farina e sono adatte ad essere lavorate sia a mano che nella Macchina Del Pane.

DSCN1083

500g di farina (400g farina 00 per pizza, 100g semola che da maggiore croccantezza al bordo)
1 cubetto di lievito 25g(ma per es. mia madre per es un cubetto lo usa solo per 1 kg di farina)
260/250g acqua tiepida (dipende dalla farina)
due cucchiai di zucchero (specie in inverno, lo zucchero aiuta la lievitazione, in estate basta un cucchiaio)
due cucchiaini rasi di sale (attenzione a non farlo entrare in contatto diretto con il lievito, perché è antagonista della lievitazione)
un cucchiaio di olio per non far attaccare la pasta alle pareti dell’impastatrice (ma quando la faccio a mano l’olio io non lo aggiungo)
L’altro ingrediente fondamentale è la PAZIENZA!!!
La pasta va lavorata a lungo, stirandola più volte sulla spianatoia e sbattendola un poco sul piano di lavoro. Lasciarla lievitare almeno 1 ora e mezza in estate (o se la temperatura in cucina è intorno ai 28°) , e due ore abbondanti in inverno, coperta da uno strofinaccio leggermente inumidito e avvolta in una coperta o in una tovaglia grande (io scaldavo un pochino il forno a gas, mentre in quello elettrico tengo accesa la lampadina e la lascio lievitare nel forno spento, ma ora il più delle volte lievita nella macchina del pane che crea la giusta temperatura).
Quando si stende la pizza si abbia molta cura e si proceda a seconda del risultato che si vuole ottenere: se la si stende con il mattarello tenderà ad essere croccante e rimanere più bassa, se la si vuole più alta e soffice, invece, stenderla con le mani (meglio scaldare leggermente la teglia, e ungerla un pochino, e lavorare la pasta con le mani unte di olio) man mano perderà elasticità e rimarrà stesa!
Condimento: io scaldo leggermente passata di pomodoro, olio, sale, origano, basilico e capperi e ce lo spalmo su generosamente, a metà cottura aggiungo la mozzarella!
Forno caldissimo! Al massimo (a me purtroppo solo 250°)
Meglio usare la leccarda del forno, è l’ideale per far cuocere la pizza per bene anche sul fondo, altrimenti posizionare la teglia il più in basso possibile!

Con 500g di farina vengono fuori due teglie di pizza stese al mattarello (come in foto), oppure una grande (stesa con le mani) e sei pizzette da 12 cm che poi finiscono dritte in congelatore! ;-)


Potrebbero interessarti anche:

panzerotti forno   salatini  rotolo al salame e provolone

Muffin salati alle zucchine e provola

muffinzucchine1Ingredienti (per 15 muffin)

  • 260g farina ai tre cereali
  • 150g zucchine
  • 40/60g olio di oliva  (la ricetta prevedeva 60g burro)
  • 2 uova
  • lievito istantaneo
  • 2 dl latte
  • sale
  • + formaggio a vostro gusto (io ho messo 20g provola… poco perché è molto salato come formaggio!)

Procedimento

  1. grattugiate grossolanamente le zucchine e passatele in padella per 10 min con un cucchiaio di olio e un pizzico di sale
  2. mescolare in una terrina la farina, il lievito e una presa di sale
  3. intiepidire il latte, unirvi l’olio (o il burro) e le uova, poi unire la farina ed infine le zucchine
    Cottura 20-25 min a 180°

muffinzucchine  OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ricetta presa (con alcune varianti indicate in corsivo) da: La Cucina-CdS, Aprile 2010.


Potrebbero interessarti anche:

muffin melanzane e feta  crema per bruschette alle melanzane  rotolini zucchine ricotta