Trancetti tartufati: sbagliando si migliora! (Truffled bars)

Trancetti tartufati

Rieccomi dopo più di un mese di assenza per la quale spero mi perdonerete (aiutati magari dal fatto che in estate troviamo più difficile stare ai fornelli)! Contavo di riprendere a scrivere più presto ma la verità è che più … Continue reading

Torta al cioccolato facile per… Lilla! (Lilla’s chocolate cake)

Rose chocolate cake

Purtroppo continua la mia assenza sul/sui blog! Tra week end passati a lavorare, feste in famiglia e necessità di stare dietro ai preparativi del matrimonio sono tentata di mettere un cartello con su scritto “torno subito… si spera”. (I’m still … Continue reading

Scuola di Pasticceria (Corriere della Sera)

scuola di pasticceria cdsSe mi seguite da tempo o se avete dato una letta alla sezione dedicata ai miei libri di cucina questo titolo vi suonerà familiare.

Torna in edicola la meravigliosa collana Scuola di Pasticceria del Corriere della sera, interamente illustrata, con ricette per tutti i livelli di difficoltà, utile sia ai principianti che ai più esperti. Io ho acquistato diversi numeri nel 2009, successivamente la stessa collana è stata riedita con il nome La Grande Pasticceria (con le riviste mondadori), ed ora torna con il titolo originario allegata al Corriere della Sera.

Se volete farvi un’idea delle ricette che potrete trovare all’interno di questi volumi, cliccate qui!

Come sapete non mi viene in tasca nulla a parlare bene o a promuovere una o l’altra collana, ma questa per me è stata una valida e preziosa compagna in cucina, e lo è ancora! Tutte ricette ben riuscite al primo colpo, mille idee, tantissimi spunti, ricette spiegate passo passo, alcune anche corredate di fotoprocedimento. Qui potete trovare il piano dell’opera. Nel 2009 la collana inizialmente contava 12 numeri, poi portati a 20, non so se faranno lo stesso questa volta.

Continue reading

Charlotte al Cointreau

Charlotte al cointreau

Prima di riprendere con le torte da forno e i lievitati vi propongo una golosa charlotte, ideale per il fine pasto anche per il gusto rinfrescante del Cointreau. In più è un modo alternativo per utilizzare un eventuale vasetto di mascarpone in frigo, senza improvvisare il “solito” (sia pur buonissimo) Tiramisù. Continue reading

Fagottini di grano

Se vi è avanzato un barattolo di grano cotto, ma la bilancia vi sconsiglia di (ri)fare la pastiera, questo potrebbe essere un modo per utilizzare il barattolo di grano cotto avanzato per uno spuntino o una colazione un po’ diversi.

Diciamo che la ricetta di oggi è giusto uno spunto da cui partire per vostre personalizzazioni, che potrebbero essere sia dolci, per la colazione, che salate, per uno spuntino sfizioso e veloce, ma anche un’idea per la pausa pranzo in ufficio.fagottini di grano

Ingredienti per 4 persone

  • 250g pasta sfoglia
  • 230g grano cotto per pastiera
  • 1 dl latte
  • 30g burro
  • 8 cucchiai di zucchero (per la versione dolce)
  • canditi/gocce di cioccolato
  • un pizzico di cannella o altro aroma da voi gradito.
  • Variante salata: naturalmente senza aggiungere lo zucchero, ma un pizzico di sale, potrete sostituire i canditi con cubetti di pancetta e piselli, tonno e capperi, cubetti di salumi o formaggi, verdure… insomma… è un’ottima idea per svuotare il frigo e la dispensa di un po’ di avanzi prima della scadenza!

Procedimento:

  1. Ricavare una sfoglia di circa 2-3 mm di spessore e con un tagliapasta ricavare dei quadrati o dei cerchi di 10 cm di diametro.
  2. Versare in un tegame il grano cotto con il latte, il burro e 4 cucchiai di zucchero (o il sale). Lasciar cuocere ed addensare il tutto per qualche minuto. Lasciar raffreddare.
  3. Incorporare al composto gli altri ingredienti e distribuirlo al centro dei fazzoletti di sfoglia.
  4. Ripiegare verso il centro, sopra il ripieno, la pasta formando dei fagottini.
  5. Spennellarli con l’acqua e cospargerli con il restante zucchero (per la versione salata spennellare con un uovo o del latte). Sistemarli su una placca foderata con carta da forno e cuocere per 20 min. a 200°. Servire caldi.

fagottini di grano


Potrebbero interessarti anche:

grissini sfogliati semi di papavero  rustico leccese  quiche cipolle e formaggio

Piccole pastiere napoletane

piccole pastiere napoletane

Che dolce sublime la pastiera napoletana! Ricotta, profumo di fiori d’arancio, la ricchezza del grano, uno splendido modo di inneggiare il risveglio della natura all’inizio della primavera (e per i credenti la Pasqua).

Meringata al limone

P1010076.jpg

Un esperimento rivelatosi molto ben riuscito! Una torta perfetta per l’estate per la sua freschezza. Come potrete apprendere dal video ero un po’ scettica sulla riuscita di questa ricetta per vari motivi, dall’uso della meringa, all’uso del succo di limone … Continue reading

Torta scacchiera con crema al San Marzano Borsci

P1012789.jpg

Il procedimento è abbastanza articolato… quindi ho pensato di inserire un “fotoprocedimento” invece della spiegazione “parola per parola” (che in ogni caso potete trovare, insieme alle dosi precise, qui)!  Occorrente: Un pan di spagna nero e uno bianco del diametro … Continue reading

Crostata al cioccolato speziata (Spiced chocolate tarte)

crostata al cioccolato senza uova

(English version in purple) Come dice Bree Van de Kamp “Porto sempre io il dolce” e portare qualcosa a casa di qualcuno (in particolare dei suoceri) senza aver testato in precedenza la ricetta né assaggiato il risultato è un rischio, … Continue reading

Liquore al cioccolato

IngredientiOLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • 300g cioccolato
  • 2 dl alcool
  • 2 dl acqua
  • 1 bacca di vaniglia
  • 200g zucchero semolato

Procedimento

  1. Fondere il cioccolato. In un vaso a chiusura ermetica unire il cioccolato (lasciato stiepidire) con l’alcool e lasciare macerare per 1 mese scuotendo il vaso ogni giorno (a me per la verità si addensò e quando lo aprii mi esplose il cioccolato in cucina! forse dovevo lasciar raffreddare ancora un poco).
  2. Passato il periodo di macerazione preparare lo sciroppo con acqua zucchero e vaniglia. Quando è freddo unirlo con una frusta all’alcool e cioccolato. Quindi filtrare con un colino a maglie fitte.
  3. Lasciar riposare un mese prima di servire.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA         A me è in verità venuto denso. Quindi ho dovuto allungarlo ocn uno sciroppo alcolico (acqua zucchero alcool, in rapporto 1:1:1) fino alla densità desiderata. Ho comunque conservato la “crema alcoolica” per cioccolatini ripieni, salame al cioccolato, ecc… La ricetta è stata presa da Scuola di Pasticceria-CdS, vol. 12


Potrebbero interessarti anche:

liquore alle ciliegie  limoncello di cle  crema al whisky (baileyes)

Crema al whisky (Baileys)

Ingredienti

  • 60g cioccolato fondente OLYMPUS DIGITAL CAMERA
  • 2 tuorli
  • 200g zucchero
  • 2,5 dl pana fresca
  • 1 bacca di vaniglia
  • 2 dl alcool alimentare
  • 2 dl whisky

Procedimento

  1. Fondere il cioccolato.
  2. Montare i tuorli con lo zucchero quindi unire la panna a filo.
  3. Unire anche il cioccolato e cuocere a fiamma bassissima per 5 min senza far raggiungere il bollore. Lasciare raffreddare per bene.
  4. Quando è freddo aggiungere la polpa della vaniglia, il whisky e l’alcool mescolando con una frusta.
  5. Travasare in bottiglie di vetro e lasciare riposare due settimane prima di gustarlo.
  6. Servire con ghiaccio o liscio

Ricetta presa da Scuola di Pasticceria-CdS, vol 12


Potrebbero interessarti anche:

limoncello di cle  liquore alle ciliegie  cocktail pesca lemon

Crostata di zucca e mandorle

crostata-di-zucca-3.jpg

La prima volta che ho comprato e cucinato una zucca è stato con questa ricetta. Sono rimasta fol-go-ra-ta! E’ buonissima, sparita in poche ore! :O Ingredienti: 200g farina 00                           (per la frolla) 50g mandorle tritate 10g zucchero semolato (io 50g) … Continue reading

Torta di nocciole e cioccolato (con nutella)

Questa è stata una delle primissime torte sperimentate dalla collana Scuola di Pasticceria – CdS (vol. 2, Torte al Cioccolato), realizzata con pochissimi strumenti a disposizione per la mia coinquilina in occasione del suo compleanno, quasi due anni fa! L’aspetto lasciava un po’ a desiderare, ma il sapore era ottimo. Per questo, per evitare che non siate invogliati a sperimentare questa ricetta, allego anche la foto del dolce così come ritratto nel libro!

Ingredienti per 6 persone:OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • due dischi di pan di spagna di 24 cm
  • 2 dl acqua
  • 100g zucchero
  • 1 dl rum
  • 50g nocciole tostate e tritate
  • 4 dl panna fresca (io 250)
  • 250g nutella (io 350!!!)
  • 150g cioccoblocco fondente per i riccioli di decoro.

Procedimento:

  1. Preparare la bagna al rhum: far bollire l’acqua con lo zucchero, una volta freddato lo sciroppo aggiungere il rhum.
  2. Montare la panna con le fruste elettriche e mischiarla, facendo attenzione a non smontarla, in una ciotola con la nutella e le nocciole tritate.
  3. Bagnare il primo disco di pan di spagna con lo sciroppo al rhum e ricoprirlo con 1/3 della crema ottenuta. Bagnare anche il secondo disco e coprire la superficie e i bordi del dolce con la restante crema. Lasciare riposare in frigo per almeno un ora.
  4. Formate dei riccioli di cioccolato con un pelapatate passato sul cioccoblocco e decorare la superficie della torta (a piacere prima di posare i riccioli di cioccolato si può spolverare la superficie del dolce ocn cacao amaro)

Ecco la foto, molto meno bella, ma buonissima, della mia versione “fuori sede” A bocca aperta

Immagine