Purpietti (Polpette)

Meh Maria scia’, facimu li purpietti!” (=dai Maria su, facciamo le polpette) è la frase che potreste sentire proferire da mia madre o da mia nonna la domenica mattina verso le 10:30/11:00 come esortazione a preparare quelle succulente sferette che spariscono dallo scolafritti ancora bollenti per finire nella pancia di tutta la famiglia molto prima che sia ora di pranzo (in questo senso possono considerarsi un antipasto!).
Perciò a casa mia se ne preparano sempre in quantità industriale: un quarto sparisce prima ancora che l’ultima polpetta sia stata fritta, l’altro quarto sparisce nel tragitto tra la scolatura dall’olio e il venir tuffate nel sugo al pomodoro, il resto ce lo mangiamo con le tagliatelle ed il sugo!

Una delle primissime cose che ho imparato a fare da sola (frittura a parte) avevo 6 o 8 anni, anche se il primo tentativo fu un po’ troppo carico di aglio! Un piatto che è una fotografia del pranzo della domenica, l’odore delle polpette fritte accompagna a San Marzano il tragitto di tutti i bambini di ritorno a casa dal catechismo. E che gioia scoprire che quel buon odorino proviene anche da casa propria! Che bontà!

purpietti - polpette

Ma basta ricordi, veniamo alla sostanza! Vi dico subito che a casa mia le polpette non si panano né prevedono l’uso del pane bagnato nel latte, le galline non sono mai mancate ai miei nonni, e di conseguenza nemmeno le uova che come vedrete, qui abbondano rispetto alle comuni ricette di polpette. Le dosi che vi riporto sono quelle che ho seguito io per fare una piccola scorta in freezer per me e il mio amour, da mia madre basterebbero appena a soddisfare due persone!!! Occhiolino

Ingredienti per 300g macinato:

  • 300g macinato misto
  • 3 uova (sostanzialmente un uovo ogni 100g di carne)
  • 60g (circa) di parmigiano e/o pecorino grattugiato
  • uno spicchietto d’aglio
  • un mazzetto di prezzemolo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • pangrattato q.b. (possibilmente pane raffermo passato al mixer)
  • un dito di vino rosso

Procedimento:

 

  1. Mettere in una ciotola la carne, le uova, il formaggio (fig.1), gli aromi e mischiare volendo anche con una forchetta o un cucchiaio, creando un composto omogeneo (fig. 2).
  2. Aggiungere tanto pangrattato (ed eventualmente anche altro formaggio) quanto basta ad ottenere un composto morbido ma che mantenga comunque la forma che gli viene data (fig. 3).  Attenzione: per valutare la giusta consistenza prima di aggiungere altro pane attendete un paio di minuti dando così il tempo al pane di assorbire bene tutti i liquidi. Se vi accorgete che esagerate con il pane aggiungete qualche cucchiaio di latte. Mettendo troppo pane le polpette risulterebbero dure e secche una volta cotte.
    polpette P1012959 P1012960
  3. In una ciotolina diluire un po’ di vino con dell’acqua, usate il vino per inumidirvi i palmi delle mani prima di formare le polpette. Sistemarle in un piatto o in un vassoio, friggerle in olio di oliva (o miscelato con olio di semi di arachidi) fino a doratura. Una volta cotte possono essere tuffate in un buon sugo al basilico e fatte cuocere per qualche minuto insieme allo stesso. Non saprei dirvi come sono più buone, sono eccellenti in entrambe le versioni, anche fredde!!!

Polpette al sugo

Lo stesso impasto mio padre lo usa per fare delle polpettine da cuocere nella verdura (non fritte), mia madre invece a volte ci fa le polpette al forno“schiacciatine” ovvero le polpette cotte al forno,a cui però diamo una forma tipo hamburger, appunto, schiacciata! In questo caso sistematele sulla leccarda del forno leggermente unta con burro, e sistemate su ogni schiacciatina un ricciolino di burro.
Ecco le mie schiacciatine romantiche a forma di cuore per il mio amour!!! Se vi piace in questo caso invece dell’aglio potete usare la cipolla! Notevoli!


Potrebbero interessarti anche:

brasciole  polpette di pane  carne alla pizzaiola

Advertisements

9 pensieri su “Purpietti (Polpette)

  1. buone, buone e buone!!!!! brava tu hai imparato da tua mamma, io invece le polpette sono una delle cose che non riesco proprio a imparare! mi vengono sempre o troppo dure o troppo molle… a mia madre vengono benissimo ma lei fa tutto a occhio… comunque proverò a seguire il tuo consiglio di mettere il pan grattato poco per volta aspettando ad aggiungerne quando ha assorbito il liquido! 😉

  2. Metti una bilancia sotto la ciotola dove impasti e pesa i vari ingredienti che metti “a occhio”
    io ho fatto così
    ma la prossima volta cerco di pesare meglio anche il pane (anche se sarebbe un dato parecchio relativo)
    io ho usato circa 1/4 di baguette rafferma (tritata al momento)

  3. Buone le polpetteeeeeeeee

    anche a casa mia non si impanano e non si usa il latte…

    le facciamo esattamente come te, ma con 2 uova per 500 gr di macinato 🙂

    I love purpiette <3<3<3<3<3

  4. sono in studio…si avvicina l’ora di cena..a guardare queste polpette l’appetito è arrivato a mille…….ovviamente io toglierei il formaggio (ma solo perchè non mi piace)…

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...