liquore ciliegie

Liquore alle ciliegie

E’ tempo di ciliegie e desidero assolutamente suggerirvi la ricetta di questo liquorino che ho provato l’anno scorso e che di certo ripeterò quest’anno aumentando le dosi. Tutte le persone a cui l’ho offerto ne sono rimaste entusiaste ed anche come bagna per dolci si è rivelato essere ottimo.
I tempi di macerazione e riposo sono un po’ lunghi, preparando il liquore a giugno potrete gustarlo ad ottobre, ma la soddisfazione è tanta, tanta, tanta.

liquore alle ciliegie

Ingredienti (per circa 1l di liquore)

  • 400g di ciliegie (n.b. con il nocciolo)
  • 250g zucchero semolato
  • 1dl acqua
  • 1 stecca di cannella
  • 2 chiodi di garofano
  • 2,5 dl di alcool

Procedimento:

  1. Lavate le ciliegie senza privarle del piccolo immergendole per due minuti in abbondante acqua; scolatele e adagiatele su un panno pulito, lasciandole asciugare completamente.
  2. Versare lo zucchero e l’acqua in una casseruola ed aggiungere la cannella ed i chiodi di garofano. Porre sul fuoco, a fiamma bassa, e portate ad ebollizione, quindi lasciate raffreddare.
  3. Eliminate le ciliegie ammaccate o non sode, accorciate con le forbici i piccioli a 1,5 cm di  lunghezza circa. Sistemare le ciliegie in un vaso a chiusura ermetica e versarvi sopra lo sciroppo freddo e l’alcool.
  4. Sigillate il vaso e metterlo vicino ad una fonte di calore oppure al sole lasciando macerare per 2 mesi e ricordandovi di scuotere il vaso quotidianamente.
  5. Trascorsi i due mesi, filtrare il liquore con un colino foderato di lino e travasarlo in bottiglie di vetro. Tapparle ermeticamente e lasciar riposare altri 2 mesi prima di gustare.

La ricetta l’ho presa da Scuola di Pasticceria – Corriere della Sera, vol. 12 (collana pubblicata anche come La Grande Pasticceria con Tv Sorrisi e Canzoni, guarda i dettagli ne I miei libri di cucina).


Potrebbero interessarti anche:

crema al whisky (baileyes)  limoncello di cle  Liquore al cioccolato

25 pensieri su “Liquore alle ciliegie

  1. eccomi qui, con la memoria indietro nel tempo … rivedo mia madre e mia zia aprire l’armadietto dei liquori ogni volta che arrivava un ospite … sulla tavola oltre ai dolcetti, non mancava mai: l’amaretto di saronno, il liquore strega, il vov e … lo cherry!!
    mi sa che questa te la scopiazzo … aspetterò volentieri fino ad ottobre per berlo!!🙂
    PS: quanto alcool ci va messo??

    1. beh… si buttano! non solo cedono tutto l’aroma e sapore all’alcool, ma stando al sole si “cuociono” pure.
      Non hanno un bell’aspetto per cui davvero non so se possano recuperarsi.

    1. Ciao Luana e grazie!
      Confermo è stata davvero un’ottima ricetta, l’anno prossimo coonto di mettere quella delle ricette sotto spirito in tempo per la stagione!🙂
      Ciao e a presto

  2. Ciao!! Ho giunsto un bel po’ di ciliegie e pensando a come usarle in vari modi….. puf! Eccomi sul tuo blog 🙂
    Domanda…. l’alcool 90° o 75°??
    Grazie!

  3. Una curiosità: perchè il picciuolo non viene completamente tolto ma ne lasci un piccolo pezzo? Durante la macerazione anche il “verde” del picciuolo contribusice alla “creazione” del sapore, immettendo nella massa da macerare per 2 mesi, qull’aroma di verde o di legno che è proprio del picciuolo. No nsarebbe meglio toglierlo?
    Grazie per il tempo che mi hai dedicato nel leggere il mio…. “dubbio”!
    Renzo

  4. Salve, spero non sia troppo tardi per avere una risposta.
    La domanda riguarda la stecca di cannella: che lunghezza deve avere quella riportata nella tua ricetta?
    (In commercio ne esistono di diversa lunghezza e quella che ho io è di 25 cm).
    Grazie,
    Giampaolo

    1. Ciao e grazie.
      Io ho usato una stecca di circa 8 cm
      Quanto alla quantità di liquore verifico sulla ricetta, grazie per averlo rilevato!

  5. Un’altra domanda: dagli ingredienti riportati come è possibile ottenere un litro di liquore?
    C’è forse un errore negli ingredienti scritti?
    Acqua, alcool e zucchero arrivano a malapena a 5 dl.
    Grazie,
    Giampaolo

    1. Ciao ho controllato la fonte da cui ho preso la ricetta, gli ingredienti sono corretti. Probabilmente si considera anche il liquido che fuoriesce dalle ciliege legermente spremute dopo la macerazione.
      io ho seguito queste dosi ed è venuto ottimo. Lo travaso in bottigliette piccole (tipo cedrata) e onestamente non ricordo di preciso quante ne ho riempite e quanto liquore ho ricavato.
      Naturalmente puoi raddoppiare (o triplicare…) le dosi se ti occorre una maggiore quantità.

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...