Lonza di maiale alla birra - Beer loin pork

Lonza di maiale alla birra (Beer pork loin)

Premessa: era un po’ che pensavo di postare le ricette anche in inglese. Visto che tra i miei followers, con mio grande piacere, ci sono anche persone non italiane, ho deciso di prendere sul serio questo intento e magari, pian piano, riuscire a tradurre tutte le ricette. Certo… all’inizio mi ci vorrà più tempo per scrivere i post, ma voglio in qualche modo ringraziare chi mi segue anche solo per guardare le foto!!! Sorriso
Premise: I was wondering for a long time to translate my recipes in english. Since there are some not-italian followers, and I’m very glad about that, I decided to stick with that and start translating all the recipes… little by little! It is my way to say “thank you” to people who follow me even if they can only watch the photos! Sorriso 

Sono certa che l’avrete notato: questo blog brulica di dolci, ha una buona concentrazione di primi e pasticceria salata passando per finger food, ma scarseggia di secondi e soprattutto secondi per ricevere! E lo so! Sui secondi sono un po’ zoppicante e soprattutto, come spiego nella pagina dedicata ai Menù (a proposito, l’avete notata?) dovendo accogliere i miei ospiti in cucina (per ora) ho anche il problema degli odori e dover preparare in anticipo alcune cose.
I’m sure you already noticed that in this blog there are a lot of cakes, many pasta-dishes and salad pastry, even finger food, but there are few fish and meat dishes, expecially for the guests. Yes, I know! I have some problems with that and a reason is that I receive my guests in the kitchen (as mentioned here) and I often have to choose dishes to be prepared previously and in a few time.

Ebbene. Questo è un piatto che soddisfa diverse esigenze: cottura non troppo lunga, possibilità di esser preparato in anticipo, è gustoso e di grande effetto pur non richiedendo particolari abilità per essere preparato e portato in tavola. In più si crea anche un delizioso sughetto che invita alla scarpetta. Cosa volete di più da un secondo?
So… here it is a meat dish which satisfy many needs: short cooking time, possibility to be prepared in advance; it is tasty and will surprise your guests; it doesn’t need any particula cooking skill and… there is a delicious sauce to dip in the bread (do you know? in Italy when we use the bread to “CLEAN” the plate we call this doing “fare la scarpetta” [=to do the little shoe!]! Very, very yummy!!!)

Lonza alla Birra - Beer pork loin

Ingredienti (per 4/6 persone) – Ingredients (Serves 4 to 6):

  • 850g lonza di maiale in un unico pezzo (850g one piece boneless loin pork)
  • 1 rametto di rosmarino (1 rosemary sprig)
  • 2 spicchi di aglio (2 garlic clove)
  • 40g burro (40g butter)
  • 3 cucchiai di olio evo (3 tablespoon extra virgin oliv oil)
  • 1/2 cipolla (1/2 onion rings)
  • 1/2 lit di birra bionda (1 pint lager beer)
  • 5 foglie di salvia (5 sage leaves)
  • mezzo misurino brodo granulare (1/2 bouillon)
  • 1 cucchiaino di fecola (1 teaspoon potatos starch)
  • 5 cucchiaini di panna (io ho usato il latte) (5 teaspoon panna or milk)
  • sale e pepe q.b. (salt and pepper)

Procedimento – Directions:

  1. Praticate qualche taglietto nella polpa della lonza e introducetevi all’interno fettine di aglio e degli aghi di rosmarino, quindi legare la lonza con dello spago da cucina.
    Pierce meat with a sharp knife in several places and put into the openings some garlic slices and rosemary leaves. Then tie it with joints.
  2. Scaldare in un tegame l’olio con il burro, la cipolla tagliata a fettine e la salvia, quindi rosolare la lonza sa tuti i lati. Salare e pepare.
    In a casserole heat the oil with butter, onion rings and sage leaves, then brown the loin on all side. Add salt and pepper.
  3. Ricoprire la lonza con la birra bionda, incoperchiare e lasciare cuocere a fiamma moderata per 20 minuti. Poi togliere il coperchio, alzare la fiamma, aggiungere il dado e proseguire la cottura sino a che pungendo la carne con uno spillo ne uscirà un liquido bianco trasparente.
    Add the beer then cover and cook (moderate heat) for 20 minutes. Remove the top, turn up the heat, add the bouillon, and cook until if you pierce the loin you will see a white fluid.
    2012-08-24 20.52.44
  4. Quando il sugo si sarà ristretto di circa la metà, aggiungere la fecola sciolta nel latte o nella panna e lasciar addensare la salsa.
    When the sauce is half reduced, add the starch melted with the milk and cook, stirriing, until the sauce thickens.
  5. Estrarre la lonza, liberarla dal filo e tagliatela a fette (questa operazione riesce meglio a freddo, per cui la lonza può essere preparata con largo anticipo. Io comunque l’ho tagliata subito dopo la cottura senza problemi).
    Remove the loin from the pan, remove the joints, and cut into slices (you can cut the loin also when it is cold, then you can prepare the recipe in advance)
  6. Sistemare le fette di lonza in una pirofila su un letto di salsa calda. Ricoprire con altra salsa e infornare per 15 min a 200° coprendo con un foglio di alluminio. Quindi servire. (io ho messo in forno all’arrivo degli ospiti).
    Put in a heatproof dish a cup of sauce and the loin slices. Then cover with the remaining sauce. Cover the dish with an aluminium foil and place in the centre of pre heaten oven for 15 minutes (420°F – 220°C). Thes serve it! (I put the loin into owen when my guests arrived!).

Lonza alla Birra - Beer pork loin


Potrebbero interessarti anche (See also):

carne alla pignata  braciole di maiale con mele  saltimbocca alla romana

Annunci

17 pensieri su “Lonza di maiale alla birra (Beer pork loin)

  1. Hello Cle, my compliments…in English too WOW!! have just bought a new cooking utensil…a CLAY POT (CASSERUOLA DI TERRACOTTA) at IKEA! While I was in the UK this summer, my sister cooked a delicious chicken in the clay pot, so I decided to try one out for myself, yesterday the first attempt, excellent results, the meat is tender and moist, usually chicken tends to be a bit dry, especially the breast. I have googled recipies for the clay pot, and there is an infinite list of all kinds.
    I would like to try a pork roast too, must get ready for the Chrismas celebrations!!! However will try your beer recipe, BTW..(by the way) a proposito) I haven’t been able to try your muffins in glass, because I haven’t found the right jar with a wide opening. Never say never !!!
    Is it ok If I comment in English? it is really much easier for me, faster too! My fingers type in unison with my thoughts. I reccomend you buy the magazine SPEAK UP, lots of interesting articles and audio too, AND every month one of my short stories is published in the fiction page. You can find me on FB too. RITA MAVIS SNELSON.

  2. OMG!!!
    I was some days ago at Ikea and I did’n see the Clay Pot! How could it happen???
    I just put it on the top of my wishlist!!
    Of course is very godd for me to read you in english! ;D it is an exercise too and also you can express your thoughts in a better way! Why not if I can understand you!!!
    And please feel free to suggest me better ways to express somethings or higlight my mistakes (when it is clear they are not a typo)!!! 🙂

    I knew speak up, but I didn’t know (or didn’t remember?) that you write for it! Should I see it arond I will buy it!
    Ciauu

  3. Thanks for exercise 😀 My English teacher say thanks 😀 (Spero di non aver scritto una cavolata..in caso contrario scusate..ma dopo la pennichella non connetto :D)

  4. Devo assolutamente provarla, grazie della ricetta! Un paio di domande: se non riuscissi a trovare le foglie di salvia, posso usare la salvia secca? e stessa cosa per il rosmarino, qua è alquanto arduo avere erbe aromatiche fresche. Posso poi sotituire potato starch con corn starch?
    Grazie mille e saluti dal Michigan! 🙂

  5. Ciao Isa,
    grazie a te!
    Per rispondere alle tue domande: sia per il rosmarino che per la salvia vanno bene anche quelle secche.
    Io le ie piantine qui in Puglia riesco a farle resistere anche fino a dicembre inoltrato (e cmq ho una s orta di foglioline e rametti in freezer) ma in ogni caso tengo sempre anche le boccette di erbe secche, non si sa mai!!!
    Oltretutto Salvia e rosamrino sono le die che non vedono troppo alterato il loro profumo con l’essiccazione (come ad esempio accade per basilico e prezzemolo).
    Quindi vai tranquilla!!!
    anche per l’amido di mais, nessun problema, se non hai problemi di intolleranze va bene anche la farina 00.
    a presto!
    🙂

  6. Vabbè Cle tu mi leggi nel pensiero!!! Adoro gli arrosti e la tua idea di postare in inglese, sai ho lavorato a Londra in un ristorante italiano per la precisione un ristorante sardo a Londra! Trovo l’arrosto un secondo perfetto non ho mai provato però a usare la birra e allora seguirò la tua ricetta…ormai ti seguo sempre sei grande!

  7. Ciao Dilili!
    Io sin’ora alla birra avevo fatto solo il pollo, mentre mia madre fa un coniglio alla birra divino (ma in pentola a pressione).
    E’ stato davvero squisito e lo rifarò di sicuro, avendo anche il vantaggio, cime molti arrosti, di poter essere preparato in anticipo!
    Lavorare a londra sarà stata sicuramente una esperienza fantastica, in più mi è stato detto che i camerirei in Inghilterra “guadagnano bene”, nel senso che molti studenti stranieri e non riescono a manterenrsi gli studi, pagando l’affitto e le bollette in autonomia facendo questo lavoro…
    Tu quanto sei stata lì?

  8. Ciao Cle! Sono stata li dai primi del 2002 a metà 2003 ed è stata in effetti un’esperienza fantastica ma “tosta” , considera appunto che in quegli anni (ora è tutto diverso) tiravi su anche 400 sterline a settimana ma vivevi praticamente nel ristorante con turni da massacro è un’esperienza che ti apre la mente e ti fa vedere l’Italia da un’altra prospettiva, lavoravo in centro vicino ad Oxford Circus e dividevo un appartamento a Stratford con quella che è ed è sempre stata la mia “best friend” ed ancora vive a Londra…amavo tantissimo fare la spesa nei super londinesi tipo Tesco e Marks and Spencer dove i cibi sembravano (anche per il prezzo) gioielli…e facevo indigestione di lemon curd che se la mangi in Italia non ha lo stesso sapore….ho sempre Londra nel cuore hai mai pensato di partire anche tu?

  9. che bello!!!
    no io a londra non ci sono mai stata ma conto di visitarla al più presto!!!
    in compenso ho lavorato per 5 estati in una sala ricevimenti, con turni altrettanto massacranti! l’unico periodo della mia vita in cui non aveva cellulite!!! su e giù su e giù su e giù!!! ahahaahahahaah

  10. Allora Cle ci capiamo! Io talvolta piangevo dalla stanchezza e dal dolore alle mie povere gambe, in compenso ero anche io magrissima…ero 😦
    Comunque Londra è da visitare al più presto…penso che appassionata ed esperta di cucina come sei, troverai mille spunti per la gioa di noi che seguiamo il tuo fantastico blog!
    Aggiungo poi che anche gli scatti che fai alle pietanze sono davvero ben fatti…la foto della lonza è perfetta, baci cara

  11. Miaooooo
    grazieeeee
    ^_^

    con gli scatti faccio davvero del mio meglio, io sono una che “guarda e impara” e così ho fatto anche per le foto imparando qualche “trucchetto” qua e là! 😀
    infatti sulle primissime ricette si vede che mi applicavo molto meno! ahahahahaha

    Spero di andarci presto a Londra, non vedo l’ora di avere un po’ di soldini da investire in questo viaggio!!!
    🙂

  12. Che peccato che non hai fatto in tempo a postare questa ricetta nel mio contest: è davvero favolosa! La inserisco comunque tra le ricette fuori gara e, nel frattempo, ti ringrazio: sia mai che questa è l’occasione per imparare un po’ di inglese come si deve?

    1. 😄
      e puoi capire quanto sia difficile anche per me che il blog lo devo aggiornare!!!!!
      Dai… a parte i dolci (e nemmeno tutti) non sono una che carica molto di calorie e grassi!
      Si può fare! (almeno speriamoci!!!!)
      Un abbraccio e grazie!

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...