Profiterol Tiramisù

Sono mesi che avevo in testa di preparare questo Tiramisù in veste profiterol, ossia da quando lo avevo visto realizzare da Luca Montesino, che oltretutto per me era un vero e proprio invito a nozze dal momento che per me la giusta morte del bignè e la farcitura caffè!
I was thinking for months to prepare such Tiramisù (a tipical Italian dessert with coffee, mascarpone cheese and egg flip) as a profiterol, since I saw Luca Montersino realize it, also becouse I think that puffs paste is made to be filled with coffee custard!

La caratteristica di questo profiterol è infatti quella di unire i sapori tipici del tiramisù in una veste diversa e sorprendentemente golosa! A dire il vero ho apportato delle leggere modifiche alla ricetta del maestro e, causa freezer strapieno, non ho potuto cimentarmi nella realizzazione del cilindro di cioccolato in cui questo dolce viene “di regola” presentato da Montersino.
Such dessert peculiarity is to combine the tipical flavours of tiramisù (coffee, egg flip, mascarpone, cream…) in a different shape and very very greedy. As a matter of fact I just varied something of the original Montersino recipe, and, due to my full-filled freezer, I wasn’t able to make the chocolate chilinder the Master usually use to serve this dessert.

Ad ogni modo, cilindro di cioccolata o no, il risultato è favoloso. Questa volta ho utilizzato i bignè già pronti… ahimè i ritmi frenetici a cui sono sottoposta mi portano anche a questo, tuttavia nella pagine ricette di base trovate la ricetta della pasta choux e della crema pasticcera, nel caso non ne abbiate una vostra “collaudata”.
Anyway, with or without such chocolate cilinder, the result is really amazing! For this recipe I used ready-made puffs: I’m very busy in this period! Should you have not your own puffs or custard recipe, you can refer to this page (Sorry I haven’t translate them yet).

profiterol tiramisù

Ingredienti per 4/6 persone (Ingredients 4/6 serving):

  • 16/20 bignè (16/20 puffs)
  • 500g crema pasticcera aromatizzata con 100 ml caffè ristretto (500g coffee flavoured custard)
  • 250g mascarpone (250g mascarpone cheese)
  • 200ml panna vegetale zuccherata (200 ml vegetable sweetened cream)
  • qualche cucchiaino di caffè o liquore al caffè (facoltativo) (some teaspoon of coffee or coffee liqueur – optional)
  • un cucchiaio di cacao in polvere (1 tablespoon cocoa)

profiterol tiramisù

Procedimento (directions):

  1. Farcire i bignè con circa 400g di crema pasticcera al caffè. Vi consiglio di preparare una crema leggermente più spessa del solito, in modo che quando unirete il caffè non sarà di consistenza eccessivamente liquida.
    Fill the puffs with the coffee custard (400g). I suggest you to prepare a denser custard, thus when you melt it with the coffee it would be not to much fluid.
  2. Se la crema vi sembra troppo liquida, prima di procedere alla glassatura congelate i bignè per circa 2 ore (o comunque fino al momento dell’utilizzo, potete tenerli in freezer per qualche settimana e giocare d’anticipo).
    Should the custard be too much fluid, put the filled puffs in the freezer for two hours.
  3. Unire la restante crema pasticcera al mascarpone e amalgamare per bene con una frusta. Unire anche la panna e sbattere leggermente. Non deve montare, deve assumere la consistenza di una ganache tipica per la copertura del profiterol. Valutate in base alla consistenza se aggiungere tutta la panna (potrebbero bastare 150ml). Se volete accentuare il sapore di caffè potete aggiungere qualche cucchiaino di caffè ristretto o liquore al caffè.
    Melt the remaining custard with mascarpone cheese and the cream. Gently whip it until the ganache have the right consistence to cover the puffs. Should you like, you can add some coffee or liqueur coffee.
  4. Aiutandovi con delle forchette ricoprire ogni bignè di glassa al mascarpone e sistemarli sul piatto da portata. Lasciar riposare in frigorifero per almeno due ore prima di servire, in modo che la pasta dei bignè possa ammorbidirsi e raggiungere la giusta consistenza per essere mangiata al cucchiaio.
    Using two forks cover the puffs with the cream and put them into the serving dish. Let them rest into the fridge for two hours.
  5. Prima di servire spolverare con un pochino di cacao amaro.
    Befor serve them, sprinkle with a little bit of cocoa.

E questo l’interno cremosissimo. Gnam!!!! And this is the inside cream! Slurp!

Profiterol tiramisù


Potrebbero interessarti anche (see also):

  croquembuche torta mousse cioccolato profiterol

Annunci

18 pensieri su “Profiterol Tiramisù

  1. Spettacolo anche questa ricetta! Passo di qui in attesa dei tuoi post e oggi leggo questa meraviglia……..mi sta venendo voglia proprio di cimentarmi grande Cle

  2. Grazie a tutte!!!!
    🙂
    Si si! è davvero golosissimo questo profierol ed è un’idea carina per le feste che si avvicinano, mai più il “solito” tiramisù!!! che non si sa mai se è più buono il too quello della zia o della cugina della cognata!!! :mrgreen:
    A proposito!
    Questo fine settimana prove generali per il pranzo di natale!!! Quindi se tutto va bene ci saranno un po’ di ricette una dietro l’altra che spero vi piacciano!!!
    Miauuuuuu

  3. Come promesso, rieccomi con un nuovo tentativo di ricreare in casa una delle tue ricette.
    Stasera sono ospite a cena da una mia amica, e mi sono offerta di portare il dolce e ho provato questi profiterol.
    Ne ho fatta una microporzione da far assaggiare subito a pranzo per verificare la commestibilità del mio esperimento, e devo dire che erano deliziosi, la glassa al mascarpone molto leggera ma con un buon retrogusto di caffè.
    Li riproporrò di sicuro!!
    complimenti ancora!

  4. Ciao Alice, bello risentirti!!!
    🙂
    Sono contenta che il profiterol ti sia piaciuto! e riposando migliora parecchio!!!
    Buona cena!

    io invece stasera croquenbuche, se tutto va bene domani la ricetta!!! :mrgreen:

  5. Cle la croquenbouche l’ ho vista in una deliziosa puntata di ” Casalinghe disperate” cioè deve essere un lavorone fantastico!!! con tutto il caramello sopra….dai attendo la ricetta!!!!!!

  6. ciao cle, sono venuta a sapere da poco tramite misya del tuo sito e ne sono rimasta affascinata, tutte ricette golosissime, sei bravissima…..volevo chiederti un consiglio: per il 1°dell’anno vorrei realizzare questo profiterol,sono invitata ad un pranzo, ma siccome il 31 lavoro tutto il giorno, dovrei farlo il 30….volevo sapere se era meglio farlo direttamente il 30 o è meglio preparare in anticipo i bigne e la crema e assemblare il tutto la mattina del 1°…tu come faresti? grazie in anticipo….baci….Laura

  7. Grazie Laura e benvenuta! 🙂
    Premesso che per entrambi i casi servirà passare dal congelatore, secondo me è meglio (se hai almeno mezza giornata libera il 30) preparare e farcirei i bignè venerdì, così glassarli sarà ancora più semplice e veloce. In questo caso ricorda di conservare (congelandola) la crema che servirà per la glassa oltre che i bignè farciti.
    Anche perché a volte nello scongelarsi i bignè si inumidiscono dell’acqua della brina o la crema potrebbe perdere un po’ di densità. Viene tutto buono lo stesso, però se puoi scegliere prepara tutto in anticipo lasciandoti alla fine le glassatura!
    Se hai bosgno di altro non esitare a chiedere!
    Ciao e grazie ancora!

  8. Ciao e complimenti per le ricette!! Stavo cercando proprio questa sul web e mi sono imbattuta nella tua 🙂 sembra più semplice delle altre, nelle altre però ho notato che usano la colla di pesce nella crema..tu non ne parli..non è che poi non regge? E il freezer lo devo usare o no? Vorrei fare i bigné venerdì e farcirli e glassarli sabato..che mi consigli?? 🙂 grazie!!!!

    1. Ciao Rosa e grazie a te!
      Diciamo che in questa ricetta ho fuso quelle di mia madre (bignè al caffè e non usavamo gelatina) e quella del profiterole tiramisu di Montersino.
      A me piace di più senza gelatina e passando i bignè in freezer prima del glassaggio non si corre alcun rischio.
      Però se la tua crema (da fredda) dovesse sembrati troppo liquida, puoi sempre scaldarne una parte, sciogliere in quella parte la gelatina ammollata e unire di nuovo il tutto alla restante crema che non hai scaldato.
      A presto!

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...