Briciole di limone

Briciole di limone (Lemon crumble)

Prima ancora che imparassi a fare le crostate, mooooolto prima che arrivassero internet, i blog, i foodblog e la moda dei crumble, mia madre ed io sperimentavamo questa ricetta che è tutt’ora una delle nostre torte preferite: Briciole di Limone! Una delle prime ricette, annotate su foglietti svolazzanti, che ho scrupolosamente ricopiato sul mio quadernetto e portato con me, come bagaglio culturale, in qualunque posto chiamassi casa.
Before I was able to make pies, loooong before Internet came with blogs, foodblogs and before crumble-pies became a fashion, my mother and I were testing such recipe which is still now one of our favourites desserts. Here it is: Briciole di limone (lemon crumbles). This was one of the earlier recipes I wrote down in my first recipe copybook, which I bring with me in any place I call “Home”.

Briciole di limone - Lemon crumble

Uno spesso, dolce strato di crema pasticcera al limone, racchiuso in un guscio di briciole croccanti e profumatissime. E con le guance piene e le papille in estasi le uniche parole che restano da dire sono: “mmmmmmmmm buoniffimo!!!” chiedendo il bis!
A thick, sweet, lemon flavoured custard layer, within a flavoured, crispy, crumble frame. So, with it in your mouth you can only say “yhummmmmmm! fery delifiuuuffffff” and ask for a sencond piece!

E quando poi, anni dopo, la ricetta della mamma (dell’amica della mamma!) incontra i consigli di Luca Montersino allora il voto in pagella, già alto, non può che essere coronato dalla lode.
La firma di Montersino è sulla crema pasticcera da forno. Dunque io stessa non immaginavo che la crema pasticcera per andare in forno necessitasse di una diversa ricettazione, tant’è che per anni ho fatto questa “Sbriciolata” senza notare il minimo difetto!!!
In realtà la normale crema pasticcera, cuocendo in forno tende a seccarsi, increparso e fare le bolle.
And when, years later, mommy recipes meets Master Montersino suggestions, then the outcome is simply perfect and fabulos!
Montersino sign is in the “fit for owen custard”. I have to say that I didn’t imagine that should you put the custard into owen (e.g. with a pie) you shall use a different recipe. Thus I always used my usual custard recipe for my “Sbriciolata pie” without thinking there was some imperfetions! But now I know that simply custard used in the owen doesn’t give you the best outcome possible!

Briciole di limone - Lemon crumble

tter-margaNon crediate che la crema pasticcera da forno abbia chissà quali differenze: semplicemente è più grassa, ha più zucchero e invece della farina o degli amidi è bene utilizzare la fecola di patate (che sarebbe invece da evitare assolutamente per la crema pasticcera non da forno, in quando da alla crema una struttura poco accattivante). Per il crumble (o le briciole di frolla), invece, la regoletta da seguire è meno burro e più zucchero (rispetto alla normale frolla), in quanto è la maggiore percentuale di zucchero a dare croccantezza.
The owen-custard need to be more sweet and more greasy (=you shall use more yolks and more sugar) and it is better to use potato starch as opposite of flour (remember to not use starch for simple custard! it gave a strange texture if not re-cooked into the owen!). For the crumble the advice is to use more sugar and less butter/margarine: it is the sugar who gaves crunchiness to your crumbles!

Ingredienti per una torta di 24 cm diametro (Ingredients for 24 diameter pie):

  • 300g farina 00 (all purpose flour)
  • 200g zucchero (sugar)
  • 100g burro/margarina (butter – margarine)
  • 1 uovo (1 egg)
  • buccia grattugiata di 2 limoni (2 lemons grated peel)
    Per la crema pasticcera da forno (for the fit-for-owen custard)
  • 320g latte (milk)
  • buccia grattugiata di 1 limone (1 lemon grated peel)
  • 160g panna (cream)
  • 6 tuorli (6 yolks)
  • 30g fecola di patate (potatos starch)
  • 220g zucchero (sugar)

Procedimento:

  1. Preparare la crema pasticcera, aromatizzata con buccia di limone, utilizzando il vostro tradizionale metodo, ma con gli ingredienti e le dosi suggerite, se vi va potete dare un’occhiata alla ricetta base qui. Non c’è bisogno di raffreddare la crema che verrà usata calda. (Prepare the fit-for-owen custard, lemon flavoured, as you usually prepare any custard, but with the suggested recipe. Should you like you can also see this page. You don’t need to let the custard became cold).
  2. Mescolare insieme la farina e lo zucchero in una ciotola, quindi unire l’uovo, la buccia grattugiata di due limoni e il burro a pezzettini e lavorare il tutto senza impastare ma semplicemente sfregando nelle mani gli ingredienti con movimenti circolari. Otterrete tante briciole (vedi foto). Importantissimo lavorare con ingredienti ben freddi. (Mix sufar an flour. Then add the egg, the lemon grated peel and the butter and rub all the ingredients with circular moviments of your hands. You shal obtain some crumbles, not a paste – see the pic). Important: use cold ingredients!
    sbriciolata
  3. Coprire con metà delle briciole ottenute il fondo imburrato di una teglia. Versarvi sopra tutta la crema lasciando un centimetro dal bordo, quindi ricoprire con le rimanenti briciole. Infornare a 180° per 30 min o per il tempo comunque necessario perché la torta acquisti un bel colore bruno-dorato. (Cover with half of the crumble a butter-greasy baking tin. Pour on the crumbles the custard and cover with the remaining crumbles. Cook in the middle of pre-heaten oven 360°F for 30′ minutes or until golden-brown.
    briciole di limone - montaggio

Alcuni suggerimenti: 1) Servita tiepida da il meglio di sé! 2) Per conferirle un aspetto più appetitoso ed elegante lucidarla con un po’ di confettura di albicocche spennellata sulla superficie. 3) Non ricopritela completamente con lo zucchero a velo perché è già molto dolce come dessert. 4) Se possibile o se volete portare in tavola il dolce fuori dalla teglia, utilizzate uno stampo di silicone o carta da forno, perché altrimenti è complicato staccarla interamente dal fondo della teglia.
Some suggestions: 1) serve it warm. 2) Should you like brush the surface with apricot jam, it would be more “glossy”. 3) Do not complitely cover with icing sugar: it would be too much sweet! 4) Should you want to serve it out of the baking tin use baking sheet or silicon tarte mold.

Briciole di limone - lemon crumble


Ti postrebbero interessare anche (you might also like):

Crostata con composta di Pere Montersino scrigno di frolla mimosa

27 pensieri su “Briciole di limone (Lemon crumble)

  1. Eh si miei cari, è proprio goduriosa, adatta alla merenda, al fine pasto, alla colazione, al dopo cena… è sempre l’ora delle briciole di limone!!!😄

    Grazie!

  2. ahahaahahha mi fate morire!
    cmq ci tengo a sottolineare come la realizzazione sia abbastanza semplice e piuttosto veloce: richiede 30 min per la preparazione (crema pasticcera compresa) e 30 min di cottura in forno!
    Provateci dai! ;D

  3. Proverò senz’altro le tue briciole al limone Cle!! In genere diventano sbriciolone le frolle che non mi vengono, l’importante è non dire l’intenzione iniziale, no?😀 Lalla

  4. Grazie ragazze!!! :* :* :*

    @Lalla
    sai invece quante volte io ho cercato di fare questa sbriciolata e mi sono venute delle frolle spettacolari??! ahahahaahahah
    la verità è che per me è complicato perché invece del burro uso la margarina, per questo tutto deve essere freddissimo, anche le uova, e non devi assolutamente impastare/compattare gli ingredienti ma sempre fare un gesto rotatorio con i palmi delle mani!😀
    aspetto che la sperimenti allora!
    sciauuuuu

  5. fatta ieri sera… hanno gradito molto… ma m hanno consigliato di servirla fredda la prossima volta. oggi attendo altri commenti, + crititici e + diretti ed ovviamente v terrò aggiornati. Luca

    1. Ciao Luca e grazie del tuo commento!
      A me a dire il vero piace più a temperatura ambiente o leggermente tiepida, piuttosto che fredda di frigo, ma naturalmente è un fatto di gusti!
      Attendo gli altri riscontri allora!😀

  6. Ciao Cle… allora considera che io faccio i dolci ma… sn 14 anni che ho deciso d nn mangiarli… quindi per forza di cose devo avvalermi del consiglio dei mie “commensali”. Oggi l’ha assaggiata mia sorella (fredda) e stamattina la mia amica con cui lìho preparata, tutte e due hanno detto che è troppo dolce…🙂 sicuramente la rifarò xk’ l’idea mi piace, è abbastanza veloce, magari diminuisco la dose d zucchero sia nella crema (considerato che c’è la panna forse è il caso, e magari utilizzo la panna fresca e nn quella vegetale) tu ke ne pensi?

    1. la panna deve essere quella fresca o comunque in ogniu caso non zuccherata.
      La crema in effetti è più dolce del solito, come spiego nella ricetta la crema pasticcera da forno deve essere più dolce e più grassa della crema pasticcera normale, e fin qui siamo nella “tecnica” della pasticceria.
      Anche secondo me è molto dolce, ma non stucchevole.
      Puoi sempre provare a farla con la tua ricetta di crema pasticcera collaudata, magari la consistenza non sarà (dopo la cottura in forno) quella ottimale, ma il gusto potrebbe essere più vicino a quello tuo (dei tuoi ospiti). Ricorda cmq di usare la fecola invece della farina.
      Ciao e grazie!🙂

    1. Quello che preferisci! la cosa migliore e’ la polpa della bacca di vaniglia, se no la vanillina o l’essenza (aroma liquido)

      Il giorno 19 marzo 2013 16:52, Ma che bont!

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...