Pesto di rucola e basilico

Pesto di rucola e basilico per salutare l’estate… (Rocket and basil pesto, just to say “Goodby summer!”

… e per partecipare in extermis al Contest di Ravanello Curioso “Ricette Estive”!

Due mesi di tempo e mi riduco all’ultimo giorno, per fare i “compiti delle vacanze”!!! Non solo le ricette che vorrei iscrivere al contest le ho inventate stamattina, ora al volo mi ritrovo a scrivere in fretta il post (i post, perché sono in due a meritare di partecipare!), prima dello scoccare della mezzanotte! Come dire: le buone abitudini non muoiono mai! Quante notti abbiamo passato sui libri delle vacanze l’ultima domenica prima di tornare a scuola??!! Pensavo di aver chiuso con quelle incombenze ed invece!!!

Il contest di Ravanello Curioso è aperto appunto a ricette estive ma soprattutto Vegane, essendo questa la linea di pensiero/stile di vita dell’autrice del blog. Come sapete sono onnivora ma molto attenta alle scelte/limitazioni alimentari dei miei amici ed in generale del popolo della rete. In particolare a pranzo avevo la mia amica, che ormai avete imparato a conoscere, intollerante a uova e lattosio, per cui spesso mi trovo a sperimentare per lei piatti privi di “pilastri” della cucina “onnivora”. Oggi una sfida in più: limitare anche l’uso di carne e salumi! Sorpresa

Per la sezione “salato” del contest ho scelto questo pesto soprattutto perché segue una della direttiva del contest che è “l’autoproduzione” degli ingredienti: basilico del mio balcone, noci del mio albero, rucola spontanea di campagna, olio delle mie olive… più autoprodotto di così… l’idea a dire il vero era di condirci delle tagliatelle fatte in casa, ma il resto dei preparativi mi ha davvero lasciata senza tempo! Il pesto comunque i prepara in 10 minuti!

Ingredienti per 4 persone (4 servings):

  • un mazzetto di rucola (an rocket bouquet)
  • un mazzetto di basilico (tendenzialmente il doppio della rucola) (a basil boquet, larger than argoula)
  • 6 cucchiaio di olio evo (6 tbs oliv oil)
  • uno spicchio d’aglio (1 garlic clove)
  • 40g pinoli (pine nuts)
  • 6 gherigli di noce (6 walnuts)
  • uvetta (facoltativa) (raisin – optional)
  • sale q.b. (salt)

Procedimento (Directions):

  1. Nel bicchiere del frullatore ad immersione mettete le foglie di rucola e di basilico lavate e strizzate. Versateci dentro qualche cucchiaio di olio, un po’ di aglio ed i pinoli e frullate giusto il tempo necessario per ottenere una crema omogenea.
    (Put all the ingredientz in the blender and mix all togheter just the time needed to make a smooth mixture )
  2. Aggiustate di sale, aggiungete i gherigli di noce spezzettati con le mani e, se necessario, un po’ di uvetta ammollata per smorzare l’amaro della ricola (quella campestre tende ad essere molto amara). (Add as last ingredients the salt and the walnuts. If the pesto is too much bitter, add some soaked raisin)
  3. Ideale per condire degli gnocchi di patate, o delle tagliatelle di semola (integrale) e acqua fatte in casa. Io ero strettissima di tempi e ci ho condito delle mezze maniche.
    (Such pesto is very good for dressing potato gnocchi, or home made pasta. But it is good as well with  every kind of pasta!)
  4. A piacere, se siete onnivori e non intolleranti al lattosio, potete unire del pecorino o del parmigiano. (Should you like/can do it, add some parmesan or goat cheese)

2012-09-09 19.33.39

Il gusto amarognolo ricorda un po’ la pasta con le cime di rapa. Come primo esperimento sono rimasta molto soddisfatta! Da rifare!


Potrebbero interessarti anche (see also)

orecchiette con le cime di rapa minestra del cavolo millefoglie carasau

14 pensieri su “Pesto di rucola e basilico per salutare l’estate… (Rocket and basil pesto, just to say “Goodby summer!”

  1. Ciao Cle, mi piace l’introduzione del’uvetta che equilibra l’amaro della rucola. Sono capitata da Ravanello Curioso, è davvero un vulcano, trasmette entusiasmo e solarità. Una bella e “buona” settimana a te.

  2. 😀

    @lilla: almeno sul salato mi dai soddisfazione! ;D Se ti piace il gusto amarognolo è da provare senz’altro!

    @libera: Ravanello l’ho conosciutra grazie al contes sulle ricette senza uova e devo dire che ne è nata una specie di sfida reciproca nel rendere Veg il maggior numero possibile di piatti! E’ stato davvero un bell’incontro!

    @Laura: Grazie cara! pensa che non essendo riuscita a fotografare il piatto che ho protato a tavola, ho dovuto cuocere un po’ di pasta prima di scrivere il post e condirla con il pesto rimasto!!! Cose da foodblogger.
    L’uvetta in effetti è facoltativa, io ho imparato ad apprezzarla nelle ricette “salate”. Ho preso spunto da una ricetta a base di rucola vista altrove dove era aggiunta l’uvetta appunto. Non mi è dispiaciuta, anche perché il pesto mi è sembrato davvero troppo amaro, e ogni quattro forchettate una punta di dolce non era male! ;D

    1. ^_________________________________^
      come ti ho scritto di là sono super super super commossa e grata per la nomination!
      Un abbraccio a te, ravanellina e pure a marito ravanello, va!!!!
      ;D

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...