Carciofini sott’olio (Artichokes in oil)

I carciofi saranno “di stagione” ancora per poco! Non posso attendere oltre per darvi questa gustosissima ricetta per preservarne un po’ per i prossimi mesi… L’inverno sta arrivando! Se possibile utilizzate carcofini provenienti dal vostro orto o comunque da una … Continua a leggere Carciofini sott’olio (Artichokes in oil)

Lasagne al Forno… e una novità!

Come avete trascorso il finesettimana, amici? Scommetto che tanti di voi hanno mangiato la lasagna al forno! Ed è proprio di questo grande classico della domenica che parliamo oggi! Lo so già che la vostra preferita è quella di vostra madre/nonna/zia o proprio la vostra. Ma nel caso in cui nessuno ancora vi abbia insegnato come farla o volete provare la mia ricetta eccomi ad accontentarvi! Naturalmente aspetto di conoscere anche la vostra versione o il vostro piccolo segreto! 😉
How was your weekend, my friends? Likely someone of you ate Lasagna last sunday, isn’t it? And today we will speak about that, the Queen on Sunday! Maybe your favourite lasagna is your mother/aunt one and likely they tought you how to prepare it. However here is my recipe, in case you didn’t have one yet or you just want to try another one. Of course I look forword to hear from you about your one!!!

La novità riguarda una mia nuova collaborazione: d’ora in poi scriverò le mie ricette anche per un sito inglese di cultura italiana (Understanding Italy) e la prima ricetta che ho voluto scrivere per loro è proprio quella della lasagna al forno: dopo aver letto in alcuni libri inglesi una ricetta che prevedeva l’uso delle sottilette mi sono sentita in dovere di correre in soccorso degli amici anglofoni con qualcosa che fosse più veritiero all’Italian Style!
But I have also a news expecially for english readers! I started a collaboration with Understanding Italy, a website that deal with Italian culture. From now on I will write some recipe also for their website and the Lasagna al forno is the first one! I hope you will enjoy it! You can find it at that webpage.

lasagna al forno

Si sa che ogni madre di famiglia ha la sua ricetta, la sua personalizzazione, la sua piccola eresia rispetto al copione che rende il piatto unico ed irripetibile, per questo non ho osato chiamarla “lasagna alla bolognese”. Oltretutto, più ci si sposta a sud, più la lasagna viene arricchita di formaggi, salumi, calorie… La versione che vi propongo è la mia preferita, sostanziosa e golosa ma non “esagerata” (almeno… non troppo!!!), addizionata di mozzarella e uova sode.

Ingredienti: (For ingredients and directions please click here)

  • 1/2 lit. besciamella (potete seguire questa ricetta)
  • 250g lasagne all’uovo (fresche o secche come preferite)
  • 150g mozzarella fiordilatte
  • 3 uova sode (facoltative)
    per il ragù
  • 400 g macinato di misto (manzo e maiale)
  • 80 g concentrato di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 cipollae
  • 1 costa di sedano
  • brodo o acqua q.b.
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • olio evo e burro q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

Continua a leggere “Lasagne al Forno… e una novità!”

Più lo mandi giù e più ti tira su! (The more you swallow it, the more it pick you up!)

Oggi è la giornata mondiale della cucina italiana. Quest’anno si celebra il Tiramisù, il dolce a base di savoiardi inzuppati nel caffè e crema al mascarpone. Esistono innumerevoli versioni del tiramisù e molte, diciamolo, non potrebbero a rigore portare questo … Continua a leggere Più lo mandi giù e più ti tira su! (The more you swallow it, the more it pick you up!)

Biscuit bianco per rotoli e tortine

Come vi avevo anticipato nella ricetta del biscuit al cacao, avrei provato presto anche la ricetta del biscuit bianco, proposta sempre ne La Cucina del Corriere della Sera di gennaio 2010. Questa volta però non ne ho fatto un rotolo ma delle squisitissime merendine “tarocche”: Simil Soldini e Simil Fieste! Solo qualche ora di pazienza e poi potrete vederne le ricette complete! Ingredienti per il biscuit bianco 250g uova (circa 5 uova medie) 135g farina 00 15g fecola di patate 125g zucchero 25g latte fresco vanillina o scorzetta di limone due cucchiaini di lievito (facoltativo, a me serviva più spesso … Continua a leggere Biscuit bianco per rotoli e tortine

Meringhe Francesi

La meringa francese si differenzia dalla meringa italiana perché necessita di cottura: si montano insieme zucchero ed albumi e poi, una volta data la forma desiderata al composto, si cuoce il tutto ad una temperatura piuttosto bassa per un tempo abbastanza lungo. In questo modo le meringhe non si coloreranno e si seccheranno per bene. Invece la meringa italiana si utilizza come base per gelati o semifreddi, e prevede la “cottura” degli albumi attraverso l’utilizzo di sciroppo di zucchero molto caldo, ma questa è unaltra ricetta (clicca qui)! Vediamo cosa serve per le meringhe francesi ( ricetta indicata da Sergio Maria Teutonico in Chef Academy, vol. 16.):

meringhe

Ingredienti:

  • 3 albumi (100/120g)
  • zucchero semolato o tipo Zefiro (100/120g)
  • coloranti alimentari (facoltativo)

Occorrente:

  • una frusta elettrica
  • un sac à poche
  • bocchetta a stella o liscia
  • un cucchiaio di legno

(Video)Procedimento:

Continua a leggere “Meringhe Francesi”

Orecchiette fatte in casa

P1012929Quanti modi succulenti di cucinare le orecchiette conoscete? Taaanti! (Io ve le suggerirei così!)

Ma sapete farle le orecchiette? O vi limitate ad acquistarle nel banco frigo? Oggi con un breve contributo video vi spiego come mia madre mi ha insegnato a farle, certo… non son brava quanto lei ma la soddisfazione è sempre tanta tanta tanta!!!

Ingredienti:

  • 500g semola di grano duro semi- integrale
  • 250/260g acqua tiepida

N.B.: l’ideale sarebbe utilizzare semola acquistata in un mulino che contiene sempre una certa quantità di crusca e non è troppo raffinata, il profumo ed il sapore delle orecchiette integrali o semi integrali è qualcosa di paradisiaco, altro che le orecchiette pallide e anonime in vendita nei supermercati! Se non avete però la fortuna di potervi recare in un mulino di vostra fiducia io vi consiglio di sostituire un quinto della semola con farina (00) integrale.

Procedimento:

  1. Setacciare la farina disponendola a fontana su una spianatoia (cercando ovviamente di far cadere anche parte della crusca!), versare al centro l’acqua e lavorarla fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Mentre la lavorate la pasta deve rimanere piuttosto asciutta e non appiccicosa (ve ne accorgete dalla “silenziosità” dei movimenti).
    Quando la massa non raccoglie più farina ma sulla spianatoia ve ne è ancora, mettete da parte il panetto ottenuto ed aggiungete un pochino d’acqua per terminare di lavorare la farina rimasta. Quindi unite i due panetti in un unico impasto.

Continua a leggere “Orecchiette fatte in casa”

Purè di patate a modo mio

La mia prima esperienza con il purè è stata una quindicina di anni fa, a cena da una mia parente (non proprio il Top delle cuoche) che mi propinò il purè nella sua versione più spoglia e anonima (preparato per purè, acqua e latte, dubito ci fosse il sale). Ovviamente fu una delusione totale e per i 15 anni successivi non mi è mai sfiorata l’idea di riprovarlo. Fino a che scopro che addirittura il preparato per purè poteva essere usato in altre ricette Sorpresa, al che l’ho ricomprato e… ora non manca mai nella mia dispensa (le patate finisce che germogliano sempre Pensieroso). Oggi vi propongo la ricetta base: il purè, ma… a modo mio! Occhiolino

Ingredienti:purè

  • una confezione di fiocchi di patate
  • acqua e latte come indicato in basso
  • un cucchiaio di burro o margarina
  • due cucchiai di parmigiano reggiano
  • noce moscata (un pizzico)
  • prezzemolo tritato (un cucchiaio raso)
  • aglio (io in questi casi uso l’aglio secco passato al macina-spezie)
  • sale q.b.

Procedimento:

  1. Dato che spesso utilizzo il purè per creare qualcosa di diverso, la consistenza che di solito ha seguendo le istruzioni per la preparazione nelle confezioni è, per me, troppo liquido. Quindi invece dei 200g di acqua e 200g di latte di solito previsti, io utilizzo 150g di acqua e 150g di latte. In questo modo la consistenza del purè è adatta ad essere lavorato con un sàc a poche.
  2. Portare a bollore acqua e latte con il cucchiaio di burro, la noce moscata, l’aglio e il pepe. Spegnere e aggiungere i fiocchi di patate. Mescolare energicamente. Unire il formaggio, il prezzemolo ed aggiustare di sale secondo il proprio gusto.
  3. Mettete il purè in un sàc a poche e su una teglia creare dei riccioli (come per le patate duchessa) e passare qualche minuto sotto il grill del forno fino a doratura..
    N.B. Se non si riduce la quantità di liquido rispetto a quello indicato nelle istruzioni, le duchesse si afflossceranno inesorabilmente! Sperimentato!

purè

L’idea in più…:

Continua a leggere “Purè di patate a modo mio”