Crostata morbida al cocco e lamponi (Coconut and raspberry soft tart)

Buon lunedì di festa! Che tempo fa dalle vostre parti? Qui leggermente freschino tanto da dover stare in casa con un maglioncino! Vorrà dire che la stagione dei dolci “no-bake” verrà un poco posticipata ed oggi vi propongo una crostata … Continua a leggere Crostata morbida al cocco e lamponi (Coconut and raspberry soft tart)

Taralli dolci al vino (Sweet biscuits with wine)

Originally posted on Ma che Bontà:
(For the English version click here) Ve l’avevo promesso no? Dopo tanto Luca Montersino e ricette complicatucce ritorno con una bella ricetta semplice e pescata direttamente dai miei ricordi d’infanzia. Io adoravo questi biscotti… Continua a leggere Taralli dolci al vino (Sweet biscuits with wine)

Diamantini cioccocaffè… buoni anche da regalare! (Choco-coffee cookies)

Manca pochissimo a Natale e spero di avere tempo ed energie nelle prossime ore per mettere a punto la sorpresina che avevo in mente per voi tra un appuntamento dal parrucchiere e del lavoro da completare prima di lunedì! Sono … Continua a leggere Diamantini cioccocaffè… buoni anche da regalare! (Choco-coffee cookies)

Cupcakes speziati alla zucca (Pumpkin cupcakes)

Sottotitolo: buona la seconda!!!

Vi ricordate del post in cui vi consigliavo di precuocere la zucca e di conservarla per averne sempre a disposizione quando volete preparare qualcosa di buono in poco tempo? E vi ricordate che l’esigenza nacque dal mio proposito di fare i cupcakes alla zucca di Martha Stewart?
(Today I replied a recipe from “the joy of baking”. English readers can easily refer to that post for the recipe, and to my video below for the decoration! )

Ooooh! Li ho fatti quelli di Martha… e li ho buttati! E’ evidente che qualcosa è andato storto con la conversione dai cups al sistema metrico (e sinceramente continuo a non spiegarmi come faccia il mondo anglofono a misurare in pasticceria gli ingredienti a suon di tazze, cucchiai e cucchiaini!).

Quindi ho provato un’altra ricetta, presa dal sito di “The Joy of Baking”, con tanto di conversione in grammi già fatta dalla gentile signora e video esplicativo, per esser certi che il risultato ottenuto sia il più simile possibile!!! Risultato più che buono, sia per l’utilizzo delle trotine come base per dei cupcakes, sia da mangiare tal quali, tipo muffin. Per la crema ho comunque usato la mia stracollaudata crema al cioccolato bianco e philadelphia che è perfetta!

cupcakes zucca
Vassoio Metropolis – IVV

Ma il sottotitolo “buona la seconda” si riferisce anche, ahimé, al momento della decorazione! Come preannunciavo qui, sognavo di fare questa decorazione a rosa da almeno un anno. Ho cercato spulciato in una infinità di pagine e blog il numero/nome della bocchetta adatta a fare questo decoro. Si fa a presto a dire “bocchetta a stella” e chi ci ha provato a casa con la propria bocchetta a stella sa bene che questa è una informazione incompleta, fuorviante, falsa e tendenziosa!!! Cosa vi costa signore blogger dirlo a chiare lettere che si tratta di una bocchetta Wilton M1 (ma anche la D4 dà ottimi risultati). Che senso ha avere un blog di cucina se poi non si vogliono condividere TUTTE le informazioni necessarie per la riuscita della ricetta E della decorazione??!! Va beh. Sfogo personale che volevo da una vita dedicare ad alcune blogger! Dicevamo… ho avuto problemi anche con la decorazione, nonostante, dopo affannose ricerche, la bocchetta giusta era nel mio cassetto, nonostante mi fossi esercitata prima del gran giorno, nonostante avessi pensato da tempo che questa sarebbe dovuta essere la ricetta giusta per far conoscere anche alle mie lettrici questa bellissima tecnica di decorazione… No! La mia mano è andata a pescare la bocchetta sbagliata, una bocchetta a metà strada tra quella giusta e quella sbagliatissima!!! Una bocchetta che avevo anche dimenticato di possedere (era in regalo con Crea e Decora i tuoi dolci), per cui non mi sono subito resa conto che era “colpa sua” e non della crema il fatto che la decorazione non stesse venendo come la Cle comanda!!! Cosa più grave… avevo pure fatto il video con la bocchetta sbagliata!!! Uff!

cupcakes alla zucca
Vassoio Metropolis – IVV

Va beh… Diciamo che con un piccolo “taglia, copia e incolla” culinario ho cercato di darvi almeno l’idea di quello che i miei cupcakes alla zucca dovevano essere. Quanto al video, sappiate che i movimenti che vedete, applicati alla bocchetta giusta, daranno il risultato esatto! Garantisce la Cle!  E adesso basta chiacchiere, passiamo ai fatti! A bocca aperta

Ingredienti per circa 20 cupcakes:

  • 195 g farina 00 (io ho usato la farina autolievitante Molino Spadoni)
  • 113g burro
  • 200g zucchero
  • 2 uova
  • 1 vasetto (180ml) di zucca precotta e ridotta in purea
  • 1 cucchiaino di lievito (potete ometterlo se usate farina che lievita)
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • due chiodi di garofano
  • un pizzico di sale
  • vanillina
    per la crema:
  • 150g cioccolato bianco
  • 150g philadelphia
  • latte q.b. (circa due cucchiai)
  • un pizzico di cannella (facoltativo)

Procedimento:

  1. Montate il burro con lo zucchero ed un pizzico di sale, quindi unite le uova e amalgamare per bene con le fruste. In ultimo unire la purea di zucca.
  2. Unire quindi la farina e le spezie e in ultimo il lievito.
  3. Suddividere il composto negli stampi per muffin o tortina, cuocere a 180° per 20 min. Vale comunque la prova stecchino. Lasciar raffreddare (oppure congelare fino al momento del servizio.
  4. Per la decorazione: sciogliere il cioccolato nel microonde o a bagnomaria, quindi unire il philadelphia aiutandovi con una frusta. Aggiungere qualche cucchiaio di latte se necessario.
  5. Trasferire la crema in un sac a poche con bocchetta a stella con punte piuttosto alte e distanziate, se possibile, e disegnate delle spirali partendo dal centro verso l’esterno (vedi il video, anche per la bocchetta!).

Continua a leggere “Cupcakes speziati alla zucca (Pumpkin cupcakes)”

Meraviglioso, il ciambellone alla ricotta senza uova (No egg cake)

Una “semplice” ciambella se preparata con i giusti ingredienti ed il giusto affetto può trasformarsi in un cibo meraviglioso. Ed è questo il nome che è stato dato a questo ciambellone profumato al limone dagli amici a cui l’ho offerto, … Continua a leggere Meraviglioso, il ciambellone alla ricotta senza uova (No egg cake)

Muffin egg-gluten-lactose free

Muffin cioccolato e pere per tutti (Cocoa and pears muffin for everyone)

Non sto passando un periodo al top delle mie forze mentali e fisiche, devo dirvelo. Però stare lontano dalla mia cucina, reale o virtuale che sia, peggiora gravemente il mio umore. In più la linea non è poi così migliorata … Continua a leggere Muffin cioccolato e pere per tutti (Cocoa and pears muffin for everyone)

Croissant (Fotoprocedimento)

Domenica scorsa ho fatto un “breakfast party” a casa, volevo testare la mia nuova planetaria cimentandomi in uno degli spauracchi della pasticceria lievitata: il croissant sfogliato. Altre volte ci avevo provato, ma di brioches sfogliate decenti avevo ottenuto “solo” i saccottini (qui la ricetta le cui dosi sono anche adatte ad essere impastate con la macchina del pane). Questa volta grazie a (chevelodicoafare) Montersino sono riuscita ad ottenere delle brioches straordinarie! In più (nonostante abbia sfamato 15 persone) ho stoccato in freezer una ventina di brioches crude, per cui per diversi we ancora potrò deliziarmi con croissant (e nastrine) appena sfornate e fragranti.
Last sunday I invited my friends for a “Breakfast party” and I made a lot of brioches and croissant! Yes! Croissant! One of the “bugaboo” of many housewifes and foodbloggers! I tried other times to made them, without success. I was only able to make this brioches (which was gourgeous too!) but not croissants. But this time, with Montersino recipe, I obtained this delicious brioches, I fed 15 friends and I stored a lot of (raw) brioches into the freezer!

DSCN0800

Ne approfitto, per chi si fosse perso il precedente post per ricordarvi due cose: 1) Su youtube non sono più disponibili i video di Montersino, in quanto Peccator di Gola ha dovuto rimuovere dal proprio canale tutto il materiale non autorizzato (cioè tutto quanto andato in onda su Alice);
2) Sabato prossimo, se non ci sono imprevisti (anche metereologici) sarò a Lecce a seguire dal vivo una lezione di Montersino!!! Sino ad ora ve lo avevo taciuto anche un po’ per scaramanzia, ma……………… insomma! Sono eccitata quasi come in occasione del mio primo concerto dei Depeche Mode (ancora una volta chevelodicoafare).
I take the opportunity of this post to remember you that next Saturday I will assist to a Montersino Lesson here in Puglia! I am excited as I was before my first Depeche Mode live concert! And also that due to copyright issue there is no more the possibility to see Montersino video lessons on youtube.

Date queste premesse ne consegue che non potendovi più rimandare “comodamente” a dei video su youtube, quando si tratterà di ricette più complesse cercherò di fornirvi più foto, in questo caso per alcuni passaggi ho dovuto ricorrere a dei fotogrammi del maestro presi dai DVD di Accademia di Pasticceria. E vi prometto inoltre che la prossima volta che mi cimenterò nelle brioches sfogliate girerò un bel video! Bene ora passiamo ai fatti.
This means that I have to give you more photo-directions and video recipe, since I cannot link you any Montersino videolesson. For this recipe I also used some frames from Pastry Accademy DVD (of Montersino of course!). I promise you that next time I will also make a videorecipe!

Ingredienti (per circa 40/50 croissant, a seconda della grandezza)
Ingredients (for 40 or 50 croissant, depends on size)

  • 500g farina manitoba (American flour)
  • 150g zucchero semolato (sugar)
  • 75g burro (butter)
  • 225g uova intere (eggs)
  • 150g latte (milk)
  • 20g malto in polvere* (malt powder)*
  • 15g sale (salt)
    Per il lievitino (for the starter)
  • 110g di acqua (water)
  • 250g farina (io ho usato la 00) (flour, also all purpose flour)
  • 35g lievito di birra** (brewer’s yeast)**
    Per le pieghe (for folding)
  • 375g burro (butter)

Modifiche sulla ricetta (recipe amendaments)
*
Io non ho aggiunto il malto – I didn’t add the malt.
** Io ho utilizzato solo 25g di lievito – I used 25g of yeast

FotoProcedimento (PhotoDirection):

1. Impastate il lievitino senza lavorarlo troppo, mettete la pasta in un contenitore con dell’acqua leggermente tiepida (circa 30°) e lasciate fermentare fino a quando la pasta sale a galla (circa 10 minuti). (Mix the starter ingredients and put the dought into a bowl with light warm water until it surface. About 10 minutes)

2. Nel frattempo in una impastatrice lavorate gli ingredienti dell’impasto eccetto il burro ed il sale. Le uova vanno unite uno alla volta. Unite dunque il lievitino e solo quando si sarà formato un impasto liscio ed omogeneo aggiungete il burro ammorbidito a pezzetti ed infine il sale. Importante: Il burro deve essere morbido come l’impasto. Non dimenticate mai il sale! altrimenti la lievitazione dell’impasto sarà irregolare. (In the meantime mix with a machine the flour, the sugar, and the other ingredients adding eggs little by little and leave apart butter and salt. Add the starter and when it is alla omogeneous add softened butter and salt. 

3. Mettere l’impasto a riposare in frigo per almeno 4 ore oppure tutta la notte, coperto con pellicola (io l’ho lasciato 4 ore). L’impasto appena preparato risulterà un po’ molle, ma comunque non deve presentarsi liquido. (Let the dough rest into the fridge for a night or for at least 4 hours, covered with cling film for food. The dough will be very soft as you have prepared it.

4. Dopo il tempo di riposo stendere sulla spianatoia infarinata la pasta in uno strato abbastanza spesso cercando di ricavarne un rettangolo il più uniforme possibile. Sistemare al centro del rettangolo il burro che avete precedentemente appiattino battendolo con il mattarello tra due fogli di carta da forno. (After the dought rested, roll it into a thik rectangle. Put in the middle of the pastry the butter, shaped as a rectangle using the rolling pin and baking sheet)

DSCN0764

Notare che la pasta deve rimanere piuttosto spessa, altrimenti durante la sfogliatura si romperà facendo fuoriuscire tutto il burro, rendendo impossibile la lavorazione! (As you can see, the pastry has to be thick, otherwise it would be difficult to roll out the pastry).

Continua a leggere “Croissant (Fotoprocedimento)”

Crostata di pane e mele (senza uova e senza lattosio)–Apple and bread pie (eggs and lactose free)

Eccomi! Vi ho lasciato due settimane senza ricettine, perdono! Ma lo scorso fine settimana ne ho approfittato per stare un po’ con i miei e al lavoro questi ultimi giorni sono stati particolarmente pieni. Devo ancora ringraziare Lalla e Darkjade … Continua a leggere Crostata di pane e mele (senza uova e senza lattosio)–Apple and bread pie (eggs and lactose free)

Torta di barbabietole rosse e cacao (Beet and cocoa cake)

Ho per la prima volta sentito parlare dell’esistenza di questa torta sul forum di Misya (di cui sono moderatrice) e documentandomi un po’ on line ho scoperto che è un dolce parecchio diffuso tra forum e blog (probabilmente per la … Continua a leggere Torta di barbabietole rosse e cacao (Beet and cocoa cake)